Italian English French German Portuguese Russian Spanish

dona ora

  • Home
  • Informazione
  • Reumatologia
  • Caso Grembiale – Reumatologia Calabria, APMAR onlus: il rettore non considera prioritaria la reumatologia? Perché non lo dice ai 5 milioni di italiani che soffrono di una patologia reumatica?

Caso Grembiale – Reumatologia Calabria, APMAR onlus: il rettore non considera prioritaria la reumatologia? Perché non lo dice ai 5 milioni di italiani che soffrono di una patologia reumatica?

  • Venerdì, 07 Dicembre 2018
  • Condividi su:
Caso Grembiale – Reumatologia Calabria, APMAR onlus: il rettore non considera prioritaria la reumatologia? Perché non lo dice ai 5 milioni di italiani che soffrono di una patologia reumatica?

APMAR interviene sul caso Grembiale in Calabria.

Catanzaro, 7 dicembre 2018 – Una docente che insegna pur non avendo i requisiti necessari per farlo e un rettore che l’ha nominata e che poi, nel corso del servizio realizzato da “Le Iene” trova giustificazioni quantomeno assurde. “Sono a dir poco sconcertata da quanto ha dichiarato il rettore Giovanbattista De Sarro – spiega Antonella Celano, presidente di APMAR Onlus (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare) -: non considerare prioritaria la Reumatologia quando in Italia oltre 5 milioni di persone soffrono di malattie reumatiche? Le sue parole sono gravi e auspico un chiarimento da parte sua”.

Il Magnifico Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, interrogato sulla nomina a professore associato di Reumatologia della docente Rosa Grembiale aveva così risposto: “La professoressa Rosa Grembiale è stata nominata professore associato di reumatologia d‘ufficio, perché devo fare un concorso? La mia priorità non è la reumatologia, ho appena bandito un concorso per oculistica”.

Condividi sui Social Network

APMAR

Sede Operativa:
Via Miglietta, n. 5
73100 Lecce (LE)
c/o ASL LECCE (Ex Opis)
Tel/Fax 0832 520165
Email: info@apmar.it 
PEC: apmar@legalmail.it
C.F.: 93059010756 
P.I.: 04433470756

Privacy policy



dona ora