Italian English French German Portuguese Russian Spanish

dona ora

#9 Come si cura l'artrite idiopatica giovanile?

  • Mercoledì, 14 Novembre 2018
  • Condividi su:
#9 Come si cura l'artrite idiopatica giovanile?

Ogni mercoledì una domanda - tratta dalla pubblicazione di APMAR "Il bambino con artrite a scuola" - per fare chiarezza sull'artrite idiopatica giovanile.

Vi sono diversi farmaci oggi a disposizione per la cura dei bambini affetti da questa patologia. La terapia è impostata in base alle caratteristiche con cui la malattia si presenta; nel corso del tempo si possono rendere necessari trattamenti differenti in base all'evoluzione, più o meno favorevole, della malattia e alla tolleranza delle terapie.

Oltre alle terapie farmacologiche è previsto un programma fisioterapico, impostato per quanto possibile sotto forma di gioco e con esercizi semplici da eseguire anche a domicilio, per favorire il recupero dei corretti movimenti articolari e del tono muscolare.

Per quanto riguarda la terapia dell'interessamento oculare, essa deve essere affidata a oculisti esperti e nella maggior parte dei casi si realizza con colliri specifici.

Le principali armi farmacologiche oggi a disposizione comprendono:

FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI

Si utilizzano per ottenere un controllo dei sintomi (dolore, rigidità), ma non cambiano ii decorso della malattia. Per i bambini piu piccoli vengono scelte le formulazioni piu' maneggevoli (sciroppo, bustine) e tra i vari antinfiammatori viene data la preferenza a quelli dotati di minore tossicità. II fenomeno dell'intolleranza gastrica è raro nei bambini e si previene assicurando l'assunzione del farmaco a stomaco pieno ed associando,in alcuni casi, farmaci gastro-protettori.

FARMACI STEROIDEI SISTEMICI

Il cortisone somministrato per via orale o per via endovenosa ha una potente azione antinfiammatoria, ma gli effetti collaterali, nel caso di uso prolungato, sono molto rilevanti nei bambini (rallentamento della crescita, aumento del peso, riduzione del tono di calcio nelle ossa). Per tale motivo il loro uso è sempre più limitato ai casi che richiedono un rapido controllo dell'infiammazione, come alcune forme sistemiche severe, o per brevi periodi in artriti poliarticolari non controllate, in attesa che altri farmaci ad azione pù lenta facciano il loro effetto.

INFILTRAZIONE INTRA-ARTICOLARE DI STEROIDI

I farmaci steroidei possono essere infiltrati direttamente nell'articolazione colpita con un rapido controllo dell'infiammazione e senza lo svantaggio degli effetti collaterali collegati alla somministrazione sistemica. Tra i farmaci steroidei si preferisce il triamcinolone esacetonide che ha il vantaggio di una lunga durata di azione. L'infiltrazione puà essere eseguita contemporaneamente in piu' articolazioni colpite, utilizzando tecniche di analgesia e sedazione del bambino.

Condividi sui Social Network

APMAR

Sede Operativa:
Via Miglietta, n. 5
73100 Lecce (LE)
c/o ASL LECCE (Ex Opis)
Tel/Fax 0832 520165
Email: info@apmar.it 
PEC: apmar@legalmail.it
C.F.: 93059010756 
P.I.: 04433470756

Privacy policy



dona ora