Italian English French German Portuguese Russian Spanish

dona ora

  • Home
  • Informazione
  • News dal mondo
  • Artrite reumatoide, confermata safety approccio treat-to-target (T2T)

Artrite reumatoide, confermata safety approccio treat-to-target (T2T)

  • Mercoledì, 26 Settembre 2018
  • Condividi su:
Artrite reumatoide, confermata safety approccio treat-to-target (T2T)

L'adozione di un approccio di trattamento treat-to-target (T2T) nella cura dei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) non si associa ad un incremento di eventi avversi né ad un maggior consumo di risorse. E' quanto dimostrano i risultati di un'analisi post-hoc di un trial clinico randomizzato, recentemente pubblicata su Arthritis Care & Research.

Articolo pubblicato da Pharmastar il 24 settembre 2018

Razionale e disegno dello studio

L'approccio T2T è un regime di trattamento ormai solidamente corredato da evidenze di efficacia nel trattamento dell'AR e non solo.
L'impiego di questo approccio di trattamento, però, è risultato anche associato ad un incremento di eventi avversi in condizioni che prescindono dalle malattie reumatologiche, come nel caso del diabete (2).

Il fatto che l'approccio T2T sia associato a più switch terapeutici ha suscitato dubbi sulla safety di questo regime di trattamento.

Per verificare l'eventuale riprodursi di problemi di safety derivanti proprio dall'applicazione dell'approccio T2T in Reumatologia, gli autori di questo studio appena pubblicato hanno condotto un'analisi post-hoc dei dati provenienti da 6 siti che avevano partecipato alla conduzione di un trial clinico randomizzato che aveva sondato l'efficacia di una metodologia atta ad aumentare, dopo 9 mesi, l'impiego di questo regime di trattamento rispetto a quello convenzionale.

L'analisi si è proposta l'obiettivo di mettere a confronto gli eventi avversi (AE) e il consumo di risorse prima (mesi 1-9) e durante (10-18 mesi) il ricorso ad un approccio di trattamento T2T.

Gli AE considerati sono stati i rash cutanei, l'alopecia, le ulcere orali, le infezioni, le anomalie dei test epatici, la citopenia, l'insufficienza renale, il cancro e gli effetti GI.
Gli esiti clinici di interesse (AE e consumo di risorse) si sono basati su una review di tutte le visite reumatologiche effettuate nei pazienti con AR prima e durante l'intervento.

Risultati principali
Sono state esaminate le cartelle cliniche relative a 321 pazienti prima del ricorso alla strategia di trattamento T2T e a 315 pazienti durante la terapia comminata.
I partecipanti (81% di sesso femminile) avevano un'età media di 60 anni e, in tre casi su 4, erano sieropositivi. Il numero di pazienti in trattamento con farmaci biologici era simile prima dell'intervento (40,8%) e durante l'intervento (38,7%) e le percentuali con erosioni articolari erano simili (53,4% vs. 52,6%).

Dai risultati, è emersa la presenza di AR nel 10,2% delle visite mediche prima del ricorso alla strategia T2T e nell'8,8% delle visite durante il ricorso a questo regime di trattamento.

Non solo: durante i 9 mesi prima del ricorso alla strategia T2T, la media delle visite reumatologiche è stata pari a 4 rispetto a 3,6 visite durante la fase di applicazione di questo regime terapeutico.

Considerando gli AE nello specifico, un numero leggermente superiore di pazienti presentava anomalie della funzione epatica (0,8% vs. 0,3%) e di eventi mucocutanei (1,7% vs. 0,8%) prima dell'intervento, mentre l'incidenza di infezioni è risultata leggermente superiore durante l'intervento (12,1% vs. 9,4%). I sintomi GI sono manifestati nel 2,2% dei casi durante entrambi i periodi.

Riassumendo
Nel commentare i risultati, i ricercatori hanno affermato che “il mancato incremento di AR dovrebbe rassicurare medici e pazienti sul ricorso alla strategia di trattamento T2T”.
Quanto al consumo di risorse economiche sanitarie, un numero maggiore di visite reumatologiche pre-intervento includevano il monitoraggio di alcuni parametri di laboratorio (90% va. 52,7%, p<0,001) e il ricorso all'imaging diagnostico (15,4% versus 8,9%, P<0,001).

 

Bibliografia
1) Solomon D, et al “Adverse events and resource use before and after treat to target in rheumatoid arthritis: A post-hoc analysis of a randomized controlled trial” Arthritis Care Res 2018; doi:10.1002/acr.23755.
https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/acr.23755

2) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28512998

Condividi sui Social Network

APMAR

Sede Operativa:
Via Miglietta, n. 5
73100 Lecce (LE)
c/o ASL LECCE (Ex Opis)
Tel/Fax 0832 520165
Email: info@apmar.it 
PEC: apmar@legalmail.it
C.F.: 93059010756 
P.I.: 04433470756

Privacy policy



dona ora