Italian English French German Portuguese Russian Spanish

dona ora

  • Home
  • Informazione
  • EUPATI
  • Anche l’Italia nel Progetto EUPATI finanziato da Comunità Europea e dall’European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations (EFPIA)

Anche l’Italia nel Progetto EUPATI finanziato da Comunità Europea e dall’European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations (EFPIA)

  • Martedì, 16 Aprile 2013
  • Condividi su:
Anche l’Italia nel Progetto EUPATI finanziato da Comunità Europea e dall’European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations (EFPIA)

Da oggi i pazienti europei e i loro familiari potranno prepararsi ad avere un ruolo attivo nei processi di ricerca, sviluppo e approvazione di nuove terapie

Roma, 16 aprile2013 – Sarà presentato ufficialmente il 19 aprile 2013, all'Hilton Rome Airport Hotel di Fiumicino, in occasione dellaprima Conferenza "EUPATI: una visione per il 2020", il ProgettoEuropean Patients'Academy on Therapeutic Innovation(EUPATI), guidato dalle associazionidi pazienti di tutta Europa. Il Progetto ha lo scopo di consentire ai pazienti,e ai loro familiari, l'accesso ad una formazione di altissimo livello nel campodella ricerca e dello sviluppo di nuove terapie, consentendogli di rivestire un ruolo chiave nell'implementazione dinuove strategie di ricerca, nei processi di approvazione ed introduzione dinuove terapie,nell'accesso ai trattamenti e nella loro ottimizzazione.

Durante l'incontro, organizzato dal NationalLiaison Team (NLT) italiano, la task forceche ha lo scopo di individuare iniziative qualificanti da portare avanti a livello nazionale e loco-regionale, saranno presentatele attività di EUPATI con l'obiettivo di informare l'opinione pubblica e coinvolgere con un modello di partnership innovativa il maggior numero possibile di associazioni, società scientifiche, università e industrie farmaceutiche che, con diversi ruoli ed evidenti complementarietà, si occupano della tutela della salute.

Il NLT è compostoda tre membri: uno in rappresentanza delle associazioni pazienti (Chairmandella NLT), un'esponente del mondo accademico-scientifico ed uno dell'industria farmaceutica. In Italia il Chairmandella NLT è Filippo Buccella, Presidente di Parent Project Onlus, mentre il rappresentante del mondo accademicoè la Prof.ssa Lucia Morandi, Istituto Besta di Milanomentre non è stato ancora designato il terzo membro in rappresentanza dell'industria farmaceutica.

Alla Conferenza EUPATI, che si svolge venerdì 19 aprile dalle ore 8,30 alle ore 17, nella Sala dei Cesari dell'Hilton Rome Airport Hotel in Via Arturo Ferrarin 2, Fiumicino RM, parteciperanno irappresentanti delle associazioni di pazienti, delle organizzazioni di difesa dei diritti dei pazienti, gli esponenti del mondo medico-scientifico e delleaziende farmaceutiche provenienti da tutt'Europa: circa 200 persone che contribuiranno a delineare quello che sarà il probabile scenario futuro nella partnershipfra pazienti, accademia, istituzioni ed industria farmaceutica.

EUPATI è il primo progetto guidato dalle associazioni di pazienti,che alivello europeo sono rappresentate dall'EPF (European Patients' Forum), e nasceper favorire l'accesso ad una formazione di alto livello, certificata dall'European Patients' Academy,centrata sull'acquisizione della conoscenza dei complessi meccanismi cheguidano la ricerca e lo sviluppo di innovazione in campo terapeutico. L'obiettivo, è quello diconsentire aipazienti e aicare-givers di rivestire un ruolo chiave nell'implementazione di strategie di ricerca, neiprocessi di approvazione, nell'accesso ai trattamenti e nella loroottimizzazione. Tra i temi oggetto della formazione ci sono la medicina personalizzata, la medicina predittiva, il disegno e la conduzione degli studi clinici, la tollerabilità dei farmaci, la valutazione rischio/beneficio, la farmaco-economia e il coinvolgimento dei pazienti nello sviluppo farmaceutico.

Il Progetto, che ha durata quinquennale, è nato dall'iniziativa dell'IMI (Innovative Medicines Initiative), allo scopo di fornire informazioni scientificamente valide, oggettive, esaustive ai pazienti in materia di Ricerca e Sviluppo (R&D) di nuove terapie. Avviato nel 2012, grazie alfinanziamentodella Comunità Europea e di EFPIA (European Federation of PharmaceuticalIndustries and Associations), coinvolge un consorzio di 30 organizzazioninon profit che operano per coinvolgere attivamente le Comunità di pazienti, l'opinione pubblica, il mondo accademico e le stesse industrie farmaceuticherappresentate a livello europeo dall'EFPIA.

Nei primi dodici mesi di attività, sono stati definiti la governance del progetto e sono stati individuati i temi centrali su cui intervenire in ciascuno dei 12 paesi europei che hanno aderito ad EUPATI; da qui le opportune iniziative verranno individuate e portate avanti attraverso l'attività dei National Liaison Team, che si stanno dedicando all'organizzazione dellacomunicazione di EUPATI ed alla realizzazione delle attività e delle iniziative ispirate alla sua vision nei vari paesi coinvolti.

Per informazioni www.patientsacademy.eu/index.php/en/events/event/1-eupati-2013-conference-a-vision-for-2020

Ufficio stampa Parent Project Onlus

Stefania Collet- Tel. 06 66.18.28.11 - Cell. 349 5737747 ufficiostampa@parentproject.it

Versione 1.0.0 // 16 aprile 2013

Autore: Parent Project Onlus

Copyright:This document, once in status "Final", willbeing released under the terms of the "Creative Commons PublicLicense", Version: Attribution-Non Commercial- ShareAlike 3.0 Unported.,see http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/3.0/legalcode

Disclaimer: The EUPATI project is receiving support from theInnovative Medicines Initiative Joint Undertaking under grant agreement n°115334, resources of which are composed of financial contribution from the European Union's Seventh Framework Programme (FP7/2007-2013) and EFPIA companies.

Documenti allegati

Condividi sui Social Network

APMAR

Sede Operativa:
Via Miglietta, n. 5
73100 Lecce (LE)
c/o ASL LECCE (Ex Opis)
Tel/Fax 0832 520165
Email: info@apmar.it 
PEC: apmar@legalmail.it
C.F.: 93059010756 
P.I.: 04433470756

Privacy policy



dona ora